Come allestire un set fotografico economico

Set fotografico fai da te? Facile!

Per allestire un set fotografico in casa, ti serve un tavolo, piccolo o grande dipende da quanto spazio hai. Io uso un tavolino IKEA a fondo bianco opaco – modello Lack. Poi serve un buon treppiede. Questo deve essere solido per poter sopportare il peso della tua fotocamera e dell’obiettivo che monterai. Deve avere la testa snodata almeno in due punti o sarà difficoltoso girare la fotocamera in sede di scatto.

Per le luci, come detto in precedenza uso prevalentemente luce naturale quindi posizionate il set vicino ad una finestra con luce diretta. In qualsiasi occasione ti trovi, ricordati che per fotografare il cibo, l’uso del FLASH è assolutamente bandito o quasi. Dunque se ne hai uno esterno, non montarlo, se ne hai uno che automaticamente si aziona, disabilitalo e usalo per altri progetti o esperimenti. Qui si usa solo la luce naturale o in alcuni casi (studi poco illuminati) luce artificiale simile alla luce solare con softbox, diffusori e così via.

Consiglio poi di avere a portata di mano altri accessori: pinze da cucina, uno spruzzino e una siringa da 5 mm. Hai capito bene. Una siringa. A cosa serve? Io la uso per colare liquidi senza sporcare il piatto. Indispensabile nel caso di olio, acqua, sughi, creme, cioccolato fuso e altri ingredienti difficili da dosare a mano.

POSIZIONE DEL SET RISPETTO ALLA LUCE NATURALE

Posiziona il tavolo affianco alla finestra con luce diretta per dare illuminazione su un lato del piatto. Poi posiziona il treppiede davanti al soggetto all’altezza di circa 20 cm dal piatto.

Subito dopo valuta i punti di bianco e setta la fotocamera su 100 ISO. Se la luce è troppo forte e scurisce troppo il lato destro della composizione allora, ti consiglio di posizionare un pannello di plexiglass/cartone bianco opaco di fronte alla finestra in modo da rimbalzare la luce diretta sul lato del piatto più scuro

Share: