5 trucchi per fotografare le verdure cotte

Come creativa ho anche io qualche trucco del mestiere per ottenere migliori risultati in (quasi) tutte le situazioni. Non preoccuparti, non devi acquistare niente. Le soluzioni sono tutte a costo zero e sono davvero efficaci. Ti illustrerò cinque semplici trucchi e accorgimenti che utilizzo spessissimo durante i miei shooting.

In particolare ti parlerò di come fotografare al meglio le VERDURE COTTE. Sì sembra facile, ma non lo è. Alzi la mano chi, qualche volta, si è trovato nella situazione di dover fotografare un piatto di funghi trifolati o un piatto di qualsiasi altro vegetale cotto in padella? Ecco, già vedo le mani alzate!

Spesso, io compresa, troviamo la verdura cotta un soggetto triste e poco attraente. Ed è vero, non c’è alcun dubbio. Lo è. Alcuni ortaggi sono anche poco fotogenici, tuttavia ci sono degli accorgimenti “segreti” che possono aiutarci nella nostra mission impossible.

Ecco i miei cinque trucchi utili per fotografare al meglio le tue verdure:

  • per rendere le verdure apparentemente “fresche” e “appena cucinate” prova ad applicare un po’ di olio con un pennellino sul dorso delle verdure cotte, queste saranno subito più belle e il loro aspetto durerà di più;
  • non aggiungere troppo condimento alle insalate. Il peso del condimento fa “afflosciare” l’insalata e questo effetto non è contemplato;
  • non esagerare con lampade da studio che scaldano troppo. Accertati di utilizzarle ad una distanza tale da non disidratare troppo il soggetto;
  • non cuocere troppo le verdure. Cerca piuttosto di spegnere il fuoco di cottura qualche minuto prima del previsto: le verdure sembreranno più fresche e più grandi;
  • se devi fotografare un piatto di verdura fumante, ti consiglio di mettere un batuffolo di cotone nel microonde per qualche secondo e di posizionarlo dietro al piatto. L’effetto finale sarà di alto impatto.

 

In tutto questo, non mi odiare, ma non smetterò mai di ricordare la prima regola di un fotografo food: fate attenzione alla pulizia dei piatti e dei piani di lavoro. Tutte le superfici inquadrate dalla fotocamera devono essere asettiche e senza residui di polvere, briciole o condimenti precedentemente versati per sbaglio. Inoltre non avere paura di sperimentare angolazioni e lenti. A volte gli esperimenti sono necessari.

Come giudicare se la tua è una bella foto food? Facile: guardandola deve farti venire appetito. Il risultato ideale è l’effetto “acquolina in bocca”, la foto succulenta che invita la gente a cucinare e a mangiare quello che vede.

Adesso che sai come comportarti con le verdure cotte ti invito a postare i tuoi scatti su instagram utilizzando l’hashtag #fotoincucinalive per poter avere l’opportunità di far parte delle mie stories su IG.

 

Share: